Isolamento in sughero fai da te

Isolare pareti

Eseguire un cappotto interno in autocostruzione con materiali naturali

Il sughero rappresenta un buon compromesso tra le varie alternative per isolare con il fai da te. Vedi: Alcuni buoni motivi per isolare con il sughero, un esempio concreto.

 

La mia esperienza con l'isolamento in sughero è stata molto positiva:

-le confezioni sono abbastanza pesanti (circa 1,00 x 0,50 x 0,40 m. ca.), ma i singoli pannelli sono piuttosto maneggevoli anche con il collante applicato;

-i pannelli possono essere sagomati facilmente, possono essere tagliati anche con una sega manuale;

-i pannelli sono rigidi, ma allo stesso tempo possono adattarsi lievemente ad una parete non perfettamente complanare;

-l'odore di alcuni pannelli a volte è pungente, tende a scomparire dopo pochi giorni dall'apertura delle confezioni. (Assicurarsi che il pannello prescelto sia totalmente privo di collanti sintetici, l'odore è dovuto solo alla tostatura del sughero);

-alcuni scarti di sughero sono stati lasciati all'aperto per un paio di mesi. Non hanno presentato particolari danni a seguito della ripetuta esposizione alla pioggia;

-va posta particolare attenzione al tipo di tasselli utilizzati. Devono essere di plastica resistente e con una testa molto sottile perchè il sughero è un materiale rigido e la testa del tassello non riesce a penetrare nel pannello, rendendo così le operazioni di intonacatura molto più difficili.

 

Nell'esempio concreto sopra riportato, il sughero contribuisce a mantenere una  buona temperatura interna e soprattutto consente di scaldare rapidamente tutta la casa con una singola stufa (circa 80 mq di superficie con altezze medie di 2,20, in zona climatica F, la più fredda di Italia). I pannelli si sono adattati alla rastrematura delle pareti in modo eccellente.

 

Perchè il sughero è l'unico materiale di origine vegetale quasi impermeabile? Perchè non vengono utilizzati collanti sintetici per formare i pannelli?

     "si procede all'immissione dei granuli sfusi in autoclavi con temperatura oltre i 350°C; questo trattamento provoca la liquefazione della suberina (una resina naturale contenuta nel sughero) che funge da legante naturale producendo fenolo: in questo modo si ottengono pannelli di sughero agglomerato espanso auto-incollato di colore bruno che vengono formati durante il raffreddamento dei blocchi e tragliati in lastre di diverso spessore."

Da "Materiali isolanti, le guide pratiche del Master CasaClima"


     Nell'esempio concreto sopra riportato, il sughero contribuisce a mantenere una  buona temperatura interna e soprattutto consente di scaldare rapidamente tutta la casa con una singola stufa (circa 80 mq di superficie con altezze medie di 2,20, in zona climatica F, la più fredda di Italia). I pannelli si sono adattati alla rastrematura delle pareti in modo eccellente.

 

     Scrivi alla mia mail per progettare o realizzare il tuo cappotto con materiali naturali (sughero, fibra di legno...):