Guida al composto calce e canapa

Calce e canapa un connubio perfetto

Composizione e usi principali in edilizia sostenibile

Guida Calce & Canapa
Anteprima Guida Calce & Canapa
Download
GUIDA Calce & Canapa v.1.2
Scarica gratuitamente la guida sul materiale, le tecniche di costruzione e auto-costruzione.
GUIDA CALCE CANAPA v1.2 8plan.net.pdf
Documento Adobe Acrobat 4.3 MB

     Avete mai preso in mano uno stelo di canapa? Beh, assomiglia in tutto e per tutto al legno. E’ molto resistente e molto difficile da spezzare nonostante il suo piccolo diametro. Esso può inoltre assorbire una quantità d’acqua pari a 5 volte il suo peso.

Possiede per di più un’altra particolare caratteristica: la canapa è naturalmente ricca di silice.

Questo elemento esplica tutte le sue potenzialità nel momento in cui viene combinato con la calce, poiché innesca una reazione chimica naturale che “mineralizza” il canapulo (lo stelo della canapa sminuzzato) conferendogli così qualità simili a quelle della pietra. Il risultato è quindi un impasto estremamente resistente e che non si altera a contatto con l’acqua, ma allo stesso traspirante e malleabile. L’aggregato canapa-calce si traduce così in uno dei più interessanti utilizzi della canapa in edilizia, non solo perché valorizza le caratteristiche di due materiali già di per sé molto validi, ma perché la sua produzione impiega pochissima energia.

     La miscela può essere usata per la costruzione di interi muri non portanti, tetti e pavimenti, oppure per isolare a cappotto sia internamente che esternamente.

In commercio esistono blocchi di dimensioni standard, già mineralizzati e asciutti, da usare come mattoni per il tamponamento di strutture o come cappotto in aderenza a murature esistenti.

In alternativa si può impastare il composto direttamente in cantiere e gettarlo in opera negli spessori o conformazioni richieste. In questa modalità è possibile eseguire anche un semplice intonaco, che permetterà di sfruttare le peculiari caratteristiche della calce, applicabile sia all’interno che all’esterno e con la possibilità di creare un supporto leggermente isolante, che assorbe l’umidità e, per di più, con affascinanti risvolti estetici!

 

Altri utilizzi dalla canapa in bioedilizia/edilizia sostenibile:

     Oltre all’utilizzo della canapa (canapulo) miscelato con calce esistono altri prodotti per l’edilizia, sempre derivati degli scarti della produzione agricola a scopo alimentare della cannabis:

-pannelli isolanti in fibra (costituiti dalla parte che riveste lo stelo);

-canniccio di supporto per intonaci;

-è stato brevettato un intero sistema costruttivo portante costituito da fasci di steli legati tra loro. Link

 

     I pannelli in fibra hanno un potere isolante maggiore, rispetto ai composti in calce-canapa, ma per ottenerli ci si deve appoggiare per forza ad un processo industrializzato. Ciò rende la produzione leggermente più energivora e innalza il costo del materiale.

Per vedere le caratteristiche tecniche essenziali di calce e canapa.

Il composto calce e canapa è particolarmente adatto all'autocostruzione, vedi come.