"mitico" legno

Il legno è davvero un materiale sostenibile?

 

 

    Il legno è presente ovunque nella nostra vita! E’ una costante della nostra evoluzione: il primo materiale usato e lavorato dall’uomo e allo stesso tempo il simbolo per eccellenza della rivoluzione ecologica degli ultimi anni. Il legno, in tutte le sue forme, è molto amato. La nostra casa è ricca di elementi in legno che svolgono le più svariate funzioni… Ma se vi dicessi che poche volte nella vita avete realmente toccato il legno, ci credereste?

 

Tipiche immagini che si incontrano sfogliando brochure di pavimenti o elementi d'arredo in legno: non informano per niente, ma danno l'immagine di qualcosa di poetico, "naturale" e tanto salutare... Fonte:  pixabay.com

 

     I comuni mobili, pavimenti, porte e accessori della casa che definiamo “di legno” hanno in realtà subito pesanti lavorazioni per essere così. Non ci sarebbe nulla di male, anzi sarebbe profondamente ecologico riutilizzare gli scarti della lavorazione del legno per creare nuovi oggetti, ma i prodotti usati per l'incollaggio e la verniciatura sono dannosi per l'uomo e l'ambiente.

Tutte queste lavorazioni trasformano il materiale “naturale” per eccellenza in qualcosa di sospetto.

 

     Secondo la relazione: “Studio di materiali esposti in camera di emissione”  redatto dal Laboratory of Environmental Sustainability Department of Chemistry, University of Bari, le cause principali di inquinamento indoor sono tre:

1. pannelli a base di legno,

2. vernici, isolanti sintetici,

3. materiali plastici.

Da questa relazione si deduce che i derivati del legno risultano particolarmente a rischio perché oltre ad essere assemblati con collanti a rischio, vengono anche verniciati: sono quindi caratterizzati da ben due delle tre principali cause di inquinamento indoor.