Linee guida per un isolamento interno in sughero

Introduzione al sughero come isolante

Alcuni buoni motivi per isolare con il sughero

      Alcuni buoni motivi per scegliere il sughero?

Il sughero è prima di tutto sostenibile. Inoltre è un buon compromesso tra qualità e adattabilità,  cioè è adatto anche ai non esperti. (Vedi il confronto con altri materiali naturali)

Il sughero, se paragonato ai materiali di sintesi più usati, risulta più costoso, ma a mio parere rappresenta una buona scelta grazie ai vantaggi che può offrire a lungo termine. (Vedi il confronto)


ISOLARE UN EDIFICIO O UN APPARTAMENTO ESISTENTE, la mia esperienza:

 

     Quando si progetta un isolamento di un edificio esistente le variabili sono davvero tante. Alcuni problemi possono essere: divieto o impossibilità di isolare dall'esterno, presenza di nicchie, termosifoni, sguinci particolari, bow-window, serre, piani sfalsati etc...

Un professionista saprà come risolvere tutte queste problematiche e saprà indicarvi il materiale adatto alla vostra particolare situazione, ma se volete un materiale che copra un buon numero di possibili criticità potreste orientarvi verso il sughero.

 

     Nel caso specifico che si vede in foto andavano soddisfatte le seguenti richieste di progetto:

-non si poteva eseguire un cappotto esterno;

-l'edificio si trova in zona climatica F, la più fredda per l'Italia, quindi necessitava di un isolamento con buone prestazioni termiche;

-lo spazio interno non era molto, anche qui il materiale doveva essere "molto isolante" per consentire di ridurre gli spessori;

-l'isolamento, essendo all'interno, doveva essere assolutamente privo di emissioni;

-i muri in pietra erano molto irregolari: rastremati verso l'alto e poco complanari;

-la volontà dei committenti era di avere un materiale traspirante da abbinare a intonaci e finiture in calce e argilla;

-c'era la possibilità di eseguire i lavori di posa in autocostruzione;

-alcuni muri da isolare, pur essendo stati perfettamente risanati, rappresentavano un punto di criticità per possibili infiltrazioni provenienti dai tetti confinanti costruiti a ridosso dei muri stessi.

 

     Il sughero possiede in primo luogo tutte le caratteristiche di un buon isolamento (vedi: strumento per la scelta dell'isolamento), quindi: un buon potere isolante, con conseguente utilizzo di spessori non troppo elevati, traspirabilità, basso impatto ambientale e sulla salute.

Oltre a queste caratteristiche di base è particolarmente adatto all'autocostruzione e non subisce danni particolari se entra in contatto con l'acqua. (nb. ogni isolamento deve essere applicato solo su pareti asciutte. In questo caso, data la possibilità di infiltrazioni dalle case vicine, si è scelto un materiale che potesse resistere ad un evento accidentale).

 

Conclusioni: posa in autocostruzione e risultato.

Cappotto interno in mansarda abitabile realizzato interamente in sughero. Si vedono i montanti delle future pareti in cartongesso e lo scrigno della porta scorrevole.

Estratto di GoogleMaps con streetview del sugherificio da dove proviene il sughero utilizzato nella mansarda in foto sopra.

Ogni confezione di sughero è fornito con la sua "carta d'identità" con il luogo di origine.

Link a: Sugherificio Molinas presso il sito sardo delle aziende produttrici di sughero.


Link esterni:

  • Quanto posso risparmiare con un isolamento a cappotto? (link a mygreenbuildings.org);
  • Caratteristiche tecniche del sughero (link esterni)