Guida all'isolamento termico

Scelta del materiale isolante

Fattori principali per la scelta di un buon isolamento

 

     Pur sapendo che isolare è sempre un’ottima scelta, (vedi: introduzione all’isolamento) qual’è il migliore isolante?

Molti siti offrono grafici e tabelle comparative che confrontano le prestazioni dei vari materiali:

Alcune immagini paragonano la CONDUTTIVITA' dei materiali, ossia ʎ=W/mK.

Maggiore conduttività = materiale poco isolante.

Altri confrontano gli spessori necessari ad ottenere un buon isolamento. In questo caso viene usato un valore che, per semplificare, possiamo ritenere simile a quello di conduttività, cioè la TRASMITTANZA, ossia U=W/m2K.

Maggiore conduttività = maggiore spessore necessario per raggiungere le stesse prestazioni.

     Il problema è che tutti questi grafici mostrano solo una piccola parte della realtà (vedi: il problema del pomodoro) e sono spesso sviluppati dalle ditte che vendono tali materiali a confronto. Da questi grafici emerge sempre che i materiali migliori sono quelli sintetici.

Per quanto riguarda la sola capacità di un materiale di isolarci dal freddo questo è sicuramente vero, ma non basta.

Per cercare di rispondere alla domanda: “qual’è l’isolamento migliore?” bisogna invece considerare molti altri fattori: traspirabilità, isolamento dal caldo estivo, massa, capacità di accumulo… a queste ed altre grandezze fisiche vanno aggiunte le considerazioni sul rischio per la salute dell’uomo (sembra impossibile, ma spesso vengono trascurate) e l’impatto ambientale.

(Per un quadro generale vedi: articolo LaBiolca di novembre 2018)

 

FATTORI PER UN BUON ISOLAMENTO termico, materiali isolanti
FATTORI DA CONSIDERARE PER UN BUON ISOLAMENTO. Photo Credits: 8plan.net

 

I fattori da considerare per una buona scelta sono davvero molti!

E’ molto complicato, lo so…

Venire a capo della mole di dati è difficile, ma (almeno per me…!) molto affascinante: tutti questi aspetti ci fanno rendere conto che viviamo in una realtà complessa, difficile da semplificare e da piegare alle nostre volontà.

Ma osservando con intelligenza e pazienza, possiamo emergere da questo "caos" con qualcosa che sarà utile e sostenibile.

Quando i fattori da considerare sono così tanti la scelta migliore è sempre quella di seguire il "principio della multifunzionalità" cioè, invece di cercare di massimizzare i risultati in un singolo settore (ad esempio quello dell'isolamento dal freddo) cercare un materiale che soddisfi un ampio ventaglio di caratteristiche. Ciò permetterà al "sistema casa" una buona capacità di adattamento alle variazioni complesse climatiche che lo riguardano: questo concetto è un principio basilare della progettazione in Permacultura.

Prestazioni più basse sul singolo fattore contro un ampio guadagno globale/multifunzionale.

     Per questo motivo, dopo aver consultato molti libri e tabelle diverse, ho raccolto i dati a disposizione e creato uno strumento per facilitare la scelta di un buon isolamento.

 

Per consultare lo schema ad insiemi: vai a "strumento per valutare l'solante più adatto"